Lo chef Lambertini, che abbiamo intervistato nella nostra cucina, ci insegna come preparare un raffinato primo a base di ingredienti Dop e Igp: riso carnaroli del delta del Po con zucca violina, olio al tartufo e miele di castagno

Riso carnaroli del delta del Po con zucca violina, olio al tartufo e miele
Per la riuscita perfetta di questo riso con zucca e olio al tartufo è importantissimo scegliere gli ingredienti giusti, provenienti dal cuore dell’Italia.

INGREDIENTI per 4 persone

  • 500 g di riso Carnaroli del Delta del Po (IGP)
  • 400 g di zucca violina (FTA)
  • 50 g di Provolone Valpadana (DOP) affumicato
  • 40 g di miele di castagno (PAT)
  • 20 g di olio tartufato al Tartufo Bianchetto (SDDS)
  • 120 g di burro
  • 1 lt di panna fresca
  • 400 g di Grana Padano (DOP)
  • 1,5 Lt di brodo di carne
  • 1/2 cipolla tipica di Medicina (SDDS)
  • vino bianco del Bosco Eliceo (DOC) q.b.
  • pepe bianco o nero q.b.
  • semi di zucca sgusciati e tostati q.b.

Riso carnaroli del delta del Po con zucca violina, olio al tartufo e mielePREPARAZIONE

Tostate il riso con la cipolla e bagnate con il vino bianco; unite la zucca e il brodo; dopo 10 minuti di cottura aggiungete l’olio tartufato e il miele di castagno.

5 minuti prima del termine della cottura mantecate con il burro e stendete su un ripiano per raffreddare il risotto.

Riempite i pirottini con il riso mettendo al centro il Provolone, infornate a 170° C per 15 minuti e servite con la fonduta di grana ottenuta dall’unione della panna calda con il grana padano.

Decorate infine con semi di zucca tostati e pepe.

Lo chef Mirko Lambertini completa con enfasi il piatto.

Riso carnaroli del delta del Po con zucca violina, olio al tartufo e miele