Pomodori ripieni con acciughe e crostini di pane Pomodori ripieni con acciughe e crostini di pane
Pomodori ripieni con acciughe e crostini di pane

Con la giusta ricetta, si possono creare gustosi antipasti anche ingredienti poveri: prova questi pomodori ripieni con acciughe e crostini di pane

Pomodori ripieni con acciughe e crostini di pane

L’imperativo della stagione estiva è “verdure cucinate in tutti i modi”, e soprattutto in tutte le portate. Iniziamo dall’antipasto, a base di squisiti pomodori ripieni con acciughe e crostini di pane. Prosegui puoi con un bel piatto di pasta con le melanzane e il basilico seguito da un secondo di pollo alla catalana con peperoni e melanzane.

  • Preparazione 25 minuti
  • Cottura 4-5 minuti
  • Facilissima
  • Per 4 persone

Ingredienti

  • 8 pomodori tondi
  • 4 acciughe sotto sale
  • 1 cucchiaino di capperi
  • 4 fette di pane casereccio
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • olio extravergine d’oliva
  • sale

Preparazione

1.2. Dividete a piccoli cubetti il pane e poi diliscate e lavate le acciughine. Versate in padella 4 cucchiai d’olio, poi l’aglio schiacciato e le acciughe spezzettate.

Leggi anche:
Crostatine con crema al cioccolato bianco e pesca

Pomodori ripieni con acciughe e crostini di pane  Pomodori ripieni con acciughe e crostini di pane

Quando saranno sciolte, aggiungete il pane e poi i capperi tritati, quindi regolate di sale.

Insaporite il pane casereccio rosolandolo bene. Fuori dal calore aggiungete anche il prezzemolo.

3.4. Eliminate la calotta ai pomodori, poi svuotateli e asciugate l’interno. Farciteli con il pane e poi passateli in forno a 200° per circa 20-25 minuti.

Pomodori ripieni con acciughe e crostini di pane  Pomodori ripieni con acciughe e crostini di pane

piùCucina

piùCucina

piùCUCINA è un bimestrale della casa editrice Quadò, composta da un team di persone (sopratutto donne) che condividono una grandissima passione per la gastronomia, i prodotti sani e genuini, le ricette “fatte in casa” e tutto quanto ci permette di fare apprezzare la cucina italiana in tutto il mondo.