Gnocchi di pane con la pancetta (tipo canederli) Gnocchi di pane con la pancetta (tipo canederli)
Gnocchi di pane con la pancetta (tipo canederli)

Simili ai canederli ma senza brodo, ecco gli gnocchi di pane con la pancetta. Prepararli basta pochissimo tempo, ma l’impasto deve riposare una notte

Gnocchi di pane con la pancetta

Come preparare gli Gnocchi di pane con la pancetta: la ricetta completa

Hai mai provato gli gnocchi di pane? Simili ai canederli trentini o a delle polpette, li cuciniamo con la pancetta ma senza brodo.

  • Preparazione 30 minuti
  • Cottura 6 minuti
  • Facile 
  • Per 4 persone

Ingredienti

  • 2 uova
  • 60 g di parmigiano
  • 400 g di pane raffermo
  • 200 g di farina bianca
  • 100 g di pancetta
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • latte q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • salvia e burro q.b.

Preparazione

1.2 Lasciate per una notte il pane ad ammollare nel latte. Il giorno dopo strizzatelo bene e versate sopra le uova sbattute.

Gnocchi di pane con la pancetta (tipo canederli) Gnocchi di pane con la pancetta (tipo canederli)

Lavorate l’impasto e aggiungete il parmigiano, la pancetta a dadini (se desiderate renderla più saporita, rosolatela rapidamente in olio), il prezzemolo tritato, il sale e la farina.

Mescolate quanto basta per ottenere un impasto abbastanza sodo.

3. Versatelo su una spianatoia infarinata, formate dei filoncini e ritagliate delle porzioni.

Leggi anche:
Semifreddo al caffè e anice con patè à bombe

Gnocchi di pane con la pancetta (tipo canederli)

4. Arrotondatele a 3 cm di diametro circa, infarinatele e tuffatele in acqua bollente salata. Mano a mano che affiorano, scolate gli gnocchi con un mestolo forato, conditeli con burro fuso e salvia e serviteli guarniti con foglioline di prezzemolo.

Gnocchi di pane con la pancetta (tipo canederli)

Giovedì gnocchi

Il proverbio romanesco, conosciuto da tutti, dice: giovedì gnocchi, venerdì pesce (perlopiù baccalà) e sabato trippa. Perché proprio gnocchi il giovedì?

Il motivo è legato al fatto che il giorno successivo, il venerdì, per la chiesa cattolica è un giorno di magro. Da qui la scelta popolare di consumare il giovedì un piatto ricco e saziante prima di far penitenza a tavola il giorno dopo.

piùCucina

piùCucina

piùCUCINA è un bimestrale della casa editrice Quadò, composta da un team di persone (sopratutto donne) che condividono una grandissima passione per la gastronomia, i prodotti sani e genuini, le ricette “fatte in casa” e tutto quanto ci permette di fare apprezzare la cucina italiana in tutto il mondo.