A fine dicembre, iniziamo a pensare alle riunioni di famiglia: ecco i menù per la cena della Vigilia, a base di pesce, e il ricco pranzo di Natale

La cena della Vigilia e il pranzo di Natale: i consigli per il menù

Care amiche ed amici

Ciò che cerchiamo in questo periodo, sfogliando una rivista di cucina, è senz’altro una serie di suggerimenti per un menù delle Feste di Natale. Ne cerchiamo uno che, da una parte, non sia eccessivamente sofisticato, per tenere d’occhio il portafoglio; e dall’altra contenga quell’impronta di raffinatezza che lo contraddistingua dai normali menù degli altri mesi. Vogliamo sottolineare l’importanza delle Feste che cadono in successione a fine anno.

La cena della Vigilia…

È tradizione approntare una cena della Vigilia che sia di magro. Anche se, presa in senso letterale, questa espressione si realizzava opportunamente nei tempi passati. Anticamente la rinuncia alla carne sottolineava la consuetudine di ripiegare su cibi più poveri e meno pregiati.

La cena della Vigilia e il pranzo di Natale: i consigli per il menùAi nostri giorni è uso “ripiegare sul pesce” che, notoriamente, ha un valore di mercato mediamente più costoso della carne. Tuttavia esistono pesci e pesci e noi abbiamo scelto la via di mezzo, ossia quelli accessibili a tutte le tasche, come cozze, gamberetti, nasello, merluzzo, salmone ecc.

…e il pranzo di Natale

Abbiamo impreziosito la tavola di Natale con una golosissima teglia di rosette di due colori e con un originale alberello a base di bignè salati. Se volete, potete accompagnare le aperture di pranzi e cene con rustici antipastini di facile ma scenografica preparazione.

Tenendo conto della successione delle varie feste, Natale, fine anno, capodanno, Epifania, vi suggeriamo come piatto d’entrata le paste da farcire. Infatti hanno il grande vantaggio di poter essere preparate in anticipo; poi gli arrosti classici rivisitati con fantasia; le preparazioni salate a base di mascarpone e sfiziosi contorni.

I dolci delle Feste, inoltre, hanno il compito di chiudere con eleganza i nostri pranzi importanti e, con essi, accogliamo i nostri ospiti con calorosa amicizia e quella profonda convivialità che manifesti loro il nostro augurio più sincero di Buone Feste.